Home / Offerte vacanze voli e hotel / Turismo responsabile, cosa è, come si fa

Turismo responsabile, cosa è, come si fa

Il nostro Voto
Vota articolo
[Media: 0]

Turismo responsabile, cosa è, come si fa

Viaggiare è da sempre sinonimo di curiosità, il desiderio di vedere, di conoscere, di capire.Viaggiare in modo Etico e Responsabile vuol dire essere consapevoli del nostro impatto e delle ricadute economiche del luogo che decidiamo di visitare.

L’industria del turismo è diventata una delle più potenti del pianeta.

I viaggiatori internazionali sono circa 840 milioni, fanno complessivamente 700milioni di viaggi l’anno, movimentano il 6 per cento del Pil mondiale ma provocano anche dei danni irreparabili all’ambiente e non contribuiscono ad arricchire realmente le popolazioni dei luoghi visitati.

I nostri viaggi comportano implicazioni, anche drammatiche come l’inquinamento prodotto dagli aerei che causa il cambiamento climatico globale, danni ambientali dello sviluppo edilizio creando per esempio villaggi turistici e soprattutto problemi provocati sul territorio e sulle culture locali come il degrado del turismo sessuale e il lavoro minorile.

Il turismo etico si chiede quali paesi sia opportuno visitare, dove spendere il denaro e come spenderlo.

Il turismo responsabile si riferisce a un approccio al turismo caratterizzato dallo sguardo verso l’ambiente visitato dal turista. Spesso l’espressione viene utilizzata con riferimento al turismo nei paesi del Terzo Mondo o in via di sviluppo.

In Italia esiste “AITR” (www.aitr.org), Associazione Italiana Turismo Responsabile, che promuove la cultura e la pratica di viaggi di Turismo Responsabile e favorisce la conoscenza, il coordinamento e le sinergie tra i soci, come per esempio quello svolto dall’Associazione Borghi Autentici d’Italia (www.borghiautenticiditalia.it).

Il concetto di “turismo responsabile” è composto dall’insieme di buone pratiche e atteggiamenti solidali, consapevoli ed eco-compatibili posti sia dall’organizzatore che dal fruitore del prodotto turistico.

Vista la complessità del concetto, non esiste ancora una definizione rigorosa ed universalmente riconosciuta, ma diverse espressioni (turismo sostenibile, solidale, equo, ecoturismo, ecc.).

Se la vostra scelta sarà per questo tipo di viaggio, vi suggerisco le seguenti letture: “Carta d’Identità dei Viaggi Sostenibili”, all’interno del sito dell’AITR, e la “Carta del Viaggiatore Etico” (www.viaggietici.com/carta.htm) e il manuale del Touring Club Italiano “Turismo responsabile, Che cos’è, Come si fa”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.