Home / Offerte vacanze voli e hotel / Rotterdam città d’acqua e di cultura: vacanza capodanno

Rotterdam città d’acqua e di cultura: vacanza capodanno

Il nostro Voto
Vota articolo
[Media: 0]

Rotterdam città d’acqua e di cultura: vacanza capodannoRotterdam città d’acqua e di cultura: vacanza capodanno

Inattese e piacevoli sorprese anche a Rotterdam.
Qui basterebbe il porto, il più importante d’Europa, a giustificare una visita.

Da un lato le architetture di Renzo Piano e il ponte firmato Calatrava, dall’altra i vecchi edifici portuali in parte trasformati in luoghi del divertimento,come la struttura Bella Epoque,oggi circondata da grattacieli,della ex stazione di imbarco della Hal-Holland America Lijn, la linea per New York fondata nel 1896 e attiva fino al 1971.

All’interno, il caffè-ristorante e l’Hotel New York (www.hotelnewyork.nl, tel. 0031/104390500).

Ampie sale dal pavimento in legno scuro e strutture in ghisa, finestroni affacciati sull’attività del porto, lampadari liberty,grande bancone con in mostra il meglio del mare del Nord e un pezzo di storia. Spesso triste.

Da Rotterdam a migliaia migravano in cerca di lavoro e libertà verso la Terra promessa e la Nuova Amsterdam, primo nome di New York, fondata nel 1614 da Henry Hudson.

Partito dall’Olanda per cercare una via commerciale verso le Indie, risalendo il fiume poi battezzato col suo nome scopre Manhattan. Solo nell’ultimo quarto del XVIII secolo, i viaggi dal molo Guglielmina sono stati 1.300, con 90mila passeggeri di “salone” e 40mila di terza classe. Rotterdam, città d’acqua.

Lo testimoniano i musei marittimi e i quartieri, come lo Scheepvaartkwartier, dove le barche sono agli ormeggi sotto le case. Dal mare ha ricavato ricchezza, di traffici e scambi mercantili, ma anche costante minaccia, come gran parte del paese dove le terre coltivate sono sotto il livello del mare, protette dalle ciclopiche dighe sul Mare del Nord.

Ma Rotterdam, sebbene pesantemente bombardata nell’ultimo conflitto mondiale, è anche città d’arte.

Tanti i musei e le esposizioni organizzate per Holland Art Cities. Imponente, aperta fino al 20 febbraio nel luminoso Kunsthal (www.kunsthal.nl) realizzato come un padiglione giapponese e inserito in un parco, sorprende la retrospettiva dedicata a Edward Munch (1863- 1944): 150 opere a mostrare non solo la visione drammatica del pittore norvegese dei temi di amore, morte e paura.

Nudi, ritratti e paesaggi della maturità manifestano un simbolismo espresso in un vivace cromatismo che richiama Van Gogh, conosciuto e apprezzato da Munch, e un sentimento sacrale della natura che richiama Millet. Stimolante per attualità,sempre al Kunsthal,fino al 16 gennaio, è la mostra L’avventura della realtà- Realismo internazionale.

Dipinti, foto, sculture e videoinstallazioni sottolineano la necessità per alcuni artisti, da Magritte a Hopper e Courbet, di segnalare con la messa a fuoco meticolosa della realtà il messaggio sociale e umano. Il disagio e il mistero che questa nasconde.

Sempre a Rotterdam, fino al 23 gennaio, da non perdere Tutti gli occhi su van Dongen, al Museo Boijmans van Beuningen (www.boijmans.nl), custode perenne di straordinari Bosch e Bruegel.

Difficile in futuro riunire tante opere fondamentali del pittore olandese (1877-1968),tele che uniscono i violenti colori dei fauve all’impietosa analisi espressionistica.Artista mondano, capace di sedurre donne dai cognomi altisonanti e di ritrarle discinte con grande scandalo per l’epoca, Kees van Dongen era personaggio di spicco nella Parigi degli Anni ruggenti.

Alle feste nello studio bohèmien che divideva con Picasso partecipavano star, politici, principi e mondane come testimoniano i grandi quadri esposti. Innamorato della “donna” (una giovanissima Brigitte Bardot era modella prediletta), ai paesaggi preferisce i misteri del corpo femminile e di volti ferocemente imbellettati.

Vedi Olanda, l’arte a portata di mano in vacanza a capodanno

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.