Home / Offerte vacanze voli e hotel / Natura, arte e cultura: vacanze in Basilicata

Natura, arte e cultura: vacanze in Basilicata

Il nostro Voto
Vota articolo
[Media: 0]

Natura, arte e cultura: vacanze in Basilicata

Ambizioso, vario e affascinante il programma illustrato dal Presidente della Giunta Regionale Vito De Filippo che si propone di valorizzare, proteggendola peraltro da quei fenomeni negativi che hanno deturpato tanti angoli del nostro Paese, una terra di fiumi, laghi, foreste, vulcani spenti e parchi nazionali e che si stende dal mare cristallino a montagne tra le più alte dell’Appennino meridionale.

Un territorio incontaminato – che tale deve restare.- e che per questa sua peculiarità ha ispirato tanti letterati e registi famosi. E la cultura è il fil rouge di un programma vario e articolato: di particolare interesse è Il Mondo di Federico II, articolata iniziativa su uno dei più affascinanti protagonisti della nostra storia. Sede dell’evento che aprirà i battenti a giugno sarà il Castello di Lagopesole, uno fra i meglio conservati di quelli federiciani, in cui con effetti tecnologici avanzati verrà fatta rivivere in modo spettacolare la figura di Federico II. Nel castello è in fase di realizzazione un museo-allestimento polimediale.

Altro allestimento similare è quello sull’avventura umana e spirituale del monachesimo realizzato nel Complesso monumentale di Santa Maria d’Orsoleo costruito su una cappella bizantina del XII secolo. Il profondo legame della Basilicata con il cinema non può non tradursi in una serie di importanti appuntamenti e festival cinematografici. Fitto di eventi il programma legato alle arti figurative: spiccano fra le altre La nuova Europa. Giovani artisti ungheresi (Potenza 4 marzo-1 maggio) e la Mostra antologica di Francesco Somaini allestita dal 18 giugno al 9 ottobre a Matera in una suggestiva location dei famosi Sassi nella splendida cornice delle chiese rupestri.

Ma la Basilicata – come ha sottolineato il presidente De Filippo – è anche natura incontaminata dove poter vivere esperienze uniche di relax come nel Parco del Pollino (il più grande d’Italia) dove si può sostare all’ombra del rarissimo pino loricato e nel Parco Nazionale dell’Appennino Lucano-Val d’Agri- Lagonegrese, un parco a misura d’uomo che coniuga borghi e atmosfere d’altri tempi con tesori artistici e aree archeologiche.

Ne emerge una regione piena di iniziative, di sorprese e di curiosità, in cui – sia detto per inciso – vi sono anche un ottimo rapporto qualità/prezzo, ottima gastronomia e splendidi vini.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.