Home / Offerte vacanze voli e hotel / Messico: vacanza nella natura Messicana

Messico: vacanza nella natura Messicana

Il nostro Voto
Vota articolo
[Media: 0]

Messico: vacanza nella natura Messicana

Un angolo di paradiso, ancora poco sfruttato e conosciuto dal turismo di massa, che quando sente parlare di Messico pensa alle lunghe spiagge caraibiche della Riviera Maya con Cancun, Playa del Carmen, Tulum o Akumal.

Niente di tutto questo.

Questo è un Messico diverso, diverso da quello delle città coloniali, dai resti Maya e del caldo e tranquillo mare caraibico. Quello di cui parleremo è un altro Messico.

La sua particolare conformazione rende la Bassa California un paese unico ed affascinante.

E’ una parte di Messico che si è staccata ed allontanata , per costruirsi una propria identità.

Una stretta striscia di terra tra l’Oceano Pacifico e il Mar di Cortez, di questa penisola desertica ci colpiranno i colori, i sapori e le nuove emozioni che è in grado di trasmetterci.

Terra di enormi contrasti, da una parte magnifiche spiagge di sabbia bianca, con baie tranquille e scogliere imponenti dall’altra l’aridità dell’entroterra desertico, e l’asprezza della natura.

E’ l’esagerazione di effetti di luce e colori: dal turchese delle acque cristalline al rosso vivo della terra bruciata dal sole.

Luogo ideale per fuggire dalla quotidianità, e concedersi un viaggio che fa bene agli occhi quanto allo spirito, dove rimanere incantati da tanta bellezza, e avvertire una strana ma piacevole sensazione di smarrimento…

I paesaggi sono mozzafiato, e colpisce l’imponenza delle scogliere e il profilo della costa, che si presenta come una tavolozza di colori che racconta una storia geologica inquieta.

L’entroterra vede come protagonisti assoluti gli altissimi cactus e gli arbusti spinosi, ultimi baluardi di vita a sfidare l’aridità del deserto.

Partendo dal nord, la famosa Tijuana, città di confine, nome che evoca trasgressione, ad un passo dall’ordine e rigore degli Stati Uniti, eccoci nel caos e nell’oblio del Messico.

Tijuana rappresenta la linea di demarcazione in cui troviamo tutti gli eccessi, e in cui tutto sembra lecito. Naturalmente se si sceglie di fermarsi qualche notte è bene tenere presente che, in quanto città “senza regole”, dobbiamo fare più attenzione del dovuto in quanto la delinquenza qui raggiunge livelli elevati.

Lasciamo Tijuana per raggiungere Loreto, paesino in cui la montagna incontra il mare.

Loreto, in quanto prima capitale dell’intera California, possiede una ricca storia.

Per questo possiamo dedicarci ad escursioni di tipo culturale quanto a sports di ogni tipo: dal kayaking alle escursioni in mountain bike, passeggiate a cavallo o visita alla suggestiva Missione San Javier, proprio dietro i monti di Loreto. Per una giornata di completo relax, invece, Isla Coronado merita una visita. Raggiungibile in breve con piccole lance, al largo di Loreto, eccoci su questa splendida isola vulcanica considerata la più incredibile delle isole della Bassa California, luogo ideale per prendere un po di sole, o ammirare pellicani, leoni marini e pesci di ogni genere!

Da Loreto si può raggiungere poi Punta Chivato, un angolo nascosto in cui sentirsi completamente isolati dal mondo, caratteristica tipica di questo splendido paese. Durante il tragitto però, non ci si potrà annoiare!

Diverse infatti le possibilità di sosta: la fantastica Bahìa Concepcion con bianchissime spiagge incontaminate tra cui menzioniamo Santispac, Coyote, Requeson, Los Cocos, El Burro, dove fare un bagno indimenticabile in queste acque dalle sfumature che vanno dal blu intenso al verde smeraldo.

Proseguendo lungo la costa arriviamo poi a Mulegè, splendida oasi in cui si trova la Missione di Santa Rosalia de Mulegé, una graziosa chiesa costruita nel 1705 dai missionari gesuiti, che si affaccia sul fiume Santa Rosalia.

Arriviamo infine a Punta Chivato, dopo circa 20 chilometri di sterrato e di nulla. Ma la vista di questo paradiso è la ricompensa al lungo tragitto.

Piccolo gioiello nel deserto, in questo paesino di recente sviluppo possiamo riposare godendoci qualche giorno di puro relax, ammirando lo splendore del mar di Cortez in una località di quiete e bellezza uniche nel suo genere, o passeggiando sulle spiagge solitarie coperte da innumerevoli conchiglie. Se stiamo viaggiando tra metà gennaio e fine marzo, proseguiamo verso nord per l’avvistamento delle balene!

Fermarsi a Guerrero Negro per partire in escursione alla laguna San Ignacio, da dove si partirà a bordo di piccole lance. In questo luogo le balene sono particolarmente visibili grazie al basso fondale.

Altra escursione da Guerrero Negro è la laguna Ojo de Liebre, con la più alta concentrazione di balene grigie in quanto luogo di accoppiamento e riproduzione. Con un bel salto verso sud siamo a La Paz, attuale capitale della Bassa California Sud. Piacevole cittadina tranquilla, si estende dietro una grande baia, protetta dal mare di Cortéz, ai piedi di una penisola ricca di splendide spiagge spesso deserte.

Il suo lungomare, costeggiato di palme, alberghi e ristoranti, è il luogo ideale per fermarsi su una panchina ed ammirare gli splendidi tramonti sul mare.

A La Paz il traffico è quasi assente, regna la tranquillità, non tipica delle città del resto del Messico! E’ inoltre un ottimo punto di partenza per visitare le numerose spiagge bianche, o per l’escursione all’isola Espiritu Santo.

A 2 ore di barca dalla costa, su questa isola deserta si trova, per i più “avventurosi”, un campo tendato di unica bellezza in cui dimenticare la vita e le comodità a cui siamo abituati, facendo un salto nel passato.

Sarà divertente andare a pescare durante il giorno per assicurarsi il pasto la sera! Il distacco con il resto del mondo è netto, infatti al campo non c’è connessione di nessun genere, cellulari, internet, radio, televisione o altro. E dopo qualche giorno di “vita selvaggia” si torna sulla terraferma.

Per completare il giro potremmo spingerci ancora più a sud, a Los Cabos, situati all’estrema punta della penisola, e sperare di incontrare qualche divo di Hollywood!

Cabo San Lucas è infatti meta di turismo internazionale, in particolare americano, che sembra lontana anni luce da quanto visto fino ad ora, ma che saprà entusiasmare per la vivacità della vita notturna e delle spiagge.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.