Home / Offerte vacanze voli e hotel / Mari Ermi e le falesie: vacanza in Sardegna

Mari Ermi e le falesie: vacanza in Sardegna

Il nostro Voto
Vota articolo
[Media: 0]

Mari Ermi e le falesie: vacanza in Sardegna

3° giorno

Continuiamo la nostra vacanza in Sardegna, visita alle rovine di Tharros, sito archeologico nella propaggine sud della penisola del Sinis, che termina con il promontorio di Capo San Marco.

Prima dell’ingresso, sulla destra, c’e una spiaggia molto ampia, con il mare trasparente, dove abbiamo fatto il bagno dopo aver visitato il sito.

Dalla torre spagnola sul promontorio si gode di una vista splendida: Capo San Marco è collegato a un istmo che divide i due mari, quello che i sardi chiamano il ‘mare morto’, calmissimo (il golfo di Oristano) e il “mare vivo” più agitato (il mare di Sardegna)!

Nel pomeriggio visitiamo un’altra spiaggia della penisola, Mari Ermi.

Informazione di servizio: tutto il litorale è costeggiato da sterrati dove lasciare l’auto, ma il parcheggio si paga (4 euro tutto il giorno); può sembrare una contraddizione con il carattere ‘selvatico’ della zona, ma se questo modico contributo aiuta a mantenere quest’area senza stabilimenti, bar, ristoranti, etc.. lo si fa con piacere!

Anche Mari Ermi è un lungo arenite di quarzo bianco, con tratti di sabbia ocra molto fine.

La spiaggia è chiusa tra alte dune e bassa vegetazione.

Molto carine le passerelle in legno che permettono di superare la salina che è alle spalle! Prima del tramonto siamo arrivati fino a una falesia alta intorno ai 25 metri e lunga circa 2 km. A picco sul mare, offre uno spettacoto davvero emozionante.

Penisola del Sinis: vacanza in Sardegna

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.