Home / Offerte vacanze voli e hotel / Borghetto: vacanza nei Borghi d’Italia

Borghetto: vacanza nei Borghi d’Italia

Il nostro Voto
Vota articolo
[Media: 0]

Borghetto: vacanza nei Borghi d’Italia

Il lento scorrere del fiume Mincio ci porta come per incanto nel cuore di un villaggio, un insediamento di case che sembrano apparire dall’acqua, curiosa è l’architettura, siamo consapevoli di essere giunti in un luogo speciale, carico di storia, di ingegno e operosità.

Siamo a Borghetto, uno degli antichi e speciali Borghi d’Italia, un paesaggio unico nel suo genere, la quiete e i colori lo rendono carico di incanto e di magia.

In epoca medioevale arrivarono fin qui i Templari, essi vi costruirono il primo ponte per il passaggio e l’ospitalità ai numerosi pellegrini che transitavano diretti ai grandi Santuari della Cristianità, da Gerusalemme a Santiago de Compostela, nei secoli molte dispute tra Mantova e Verona, fanno di Borghetto un piccolo borgo fortificato, ancora oggi visibile la torre merlata d’accesso, tanti lavori nelle epoche trascorse ne rendono un luogo inespugnabile, autentica barriera contro possibili conquistatori.

Con la Repubblica di Venezia inizia una nuova era, si sviluppa l’agricoltura, il fiume viene considerato una ricchezza, si impiega l’acqua come forza per alimentare dei mulini che macinano cereali, frumento e riso, giorno e notte. Corre l’anno 1859, teatro di guerre risorgimentali, Borghetto entra a far parte del Regno d’Italia, dopo essere stato per molto tempo, terra di frontiera, di là del Mincio è Austria, di quà è Italia.

Da sempre considerato un punto di passaggio strategico, conteso in ogni tempo, una barriera naturale invidiabile per il potere dei Gonzaga, gli Scaligeri, i Visconti, la Serenissima di Venezia, l’Austria e la Francia. Nessun luogo d’Italia ha una storia ricca e diversificata come Borghetto, un luogo senza tempo, tra il medioevo , l’era risorgimentale e i tempi moderni, lo rendono unico e speciale, un piccolo insediamento di case che nascono dal fiume, un idillio unico nel suo genere, che stupisce in ogni tempo.

A partire dal 1990, nel borgo è iniziata un’intensa opera di restauro che ha riqualificato le case a cavallo del Mincio, permettendo la nascita di locali pubblici per la ristorazione e l’accoglienza, ai numerosi turisti innamorati di questo luogo.

Il famoso piatto del Borgo, speciali, al burro fuso e salvia, ma ottimi anche in brodo, i celebri tortellini di Valeggio spadroneggiano tra i tavoli di questi rinomati ristoranti, (rigorosamente fatti a mano, si possono acquistare in numerosi pastifici di Valeggio e Borghetto).

Il fiume è protagonista, il luccio in salsa, trota e anguilla, preparati in vari modi, sono da gustare accompagnati dai vini Doc della zona, il Bianco di Custoza e il Bardolino. Alzando lo sguardo, sulla sommità della collina, il maestoso Castello Scaligero con le sue torri e le mura merlate, a dominare la valle del Mincio, opera nata tra il XII e XIV secolo, dotato di tre ponti levatoi, ben conservato ed orgoglio perenne dei Valeggiani.

Allungandoci di poche centinaia di metri, nel cuore di Valeggio, possiamo arrivare a ridosso le mura di uno dei Giardini più belli d’Italia, il Parco Sigurtà, un luogo dove la natura dà spettacolo, una rilassante passeggiata per rigenerare il corpo e la mente. Scorci pittoreschi, panorami indimenticabili, numerose varietà floreali, il tutto su una superficie che si estende per 600.000 mq: sembra la descrizione di un angolo di paradiso, in realtà è molto più vicino di quanto si possa credere.

Il Parco venne aperto per la prima volta al pubblico il 19 marzo del 1978: da allora quest’oasi naturale ha affascinato migliaia di visitatori, tanto da essere definito da botanici di fama internazionale uno tra i giardini più straordinari al mondo.

La stagione 2010 si è conclusa da poco, si lavora per l’apertura del Marzo 2011, tante novità sono allo studio, i visitatori in trepida attesa, sognano l’apertura dei cancelli, per stupire e stupirsi allo spettacolo della natura che si rinnova.

Cultura e storia si fondono in questa valle del Mincio, non finiscono mai di stupire, la leggenda racconta che in una frazione di nome Salionze, pochi kilometri da Valeggio, nel 452 d.C, avvenne l’incontro tra Attila, re degli Unni e Papa Leone Magno, giunto sul Mincio per arrestare l’avanzata dei 700.000 Unni diretti verso Roma: ogni anno, alla metà di luglio, durante la Sagra di Salionze, una rappresentazione storica, in costumi d’epoca, rievoca l’evento.

Lo sport e il benessere fisico passano per Borghetto, una pista ciclabile, un percorso suggestivo, adatto a tutti, corre lungo la sponda del Mincio, attraverso questo splendido territorio, una ciclopista tra le più famose e frequentate dagli appassionati.

Da Peschiera del Garda a Mantova, tra le provincie di Verona e Mantova, all’interno del Parco naturale regionale del fiume Mincio, l’itinerario completo è di circa 48 chilometri, con il percorso completamente pianeggiante ed asfaltato.

Si attraversano luoghi incantevoli, un mondo di colori, profumi e sapori di prodotti gastronomici di queste terre ci portano in località Palazzina, pochi kilometri da Valeggio, scorgiamo degli hangar, un bellissimo spazio erboso ci dice che siamo nei pressi di un’Avio-Superfice, velivoli parcheggiati ai margini attirano la nostra attenzione, scopriamo piacevolmente che siamo sul campo di volo del Reparto Volo Emergenze della Regione Veneto, sede della prestigiosa pattuglia di volo acrobatico “TeamEurostar”, con il Leader indiscusso, Comandante Davide BUREI, un volo turistico può essere alla portata di tutti, dall’alto questa valle ci mostrerà i suoi tesori più preziosi, con un po’ di fantasia voleremo su un mondo fiabesco, la magia di questo fiume e le sue leggende epocali non ci lasceranno mai.

Passeggiare a Borghetto e dintorni, per meravigliare gli occhi e lo spirito, luoghi indimenticabili, location naturale per ogni genere di set cinematografico, tra piccoli negozi di meraviglie, pitture artistiche incantevoli, ispirazione e romanticismo si fondono nella memoria di ogni visitatore del mondo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.