Home / Offerte vacanze voli e hotel / Acquisti viaggi online: attenti alle trappole

Acquisti viaggi online: attenti alle trappole

Il nostro Voto
Vota articolo
[Media: 0]

Acquisti viaggi online: attenti alle trappole

La notizia è recente: l’Antitrust ha comminato sanzioni per complessivi 415 mila euro a tre società che gestiscono popolari agenzie di viaggio online. Le ragioni? Scarsa trasparenza delle informazioni ai consumatori, meccanismi di assicurazione dei pacchetti vacanza poco chiari, addebiti su carte di credito non dovuti per transazioni non completate, gestione scorretta dei reclami.

Ma, in pratica, quali sono le trappole più frequenti?

La prima: offerte vantaggiose e prezzo finale molto più alto.

Traduzione: vi allettano con messaggi sulla home page, voi cliccate e solo alla fine vi accorgete che dovete tirare fuori molti più soldi del previsto.

La seconda: blocco dei soldi.

In parole povere il denaro uscito dalla vostra carta di credito per operazioni non andate a buon fine viene tenuto congelato per troppo tempo.

La terza: ostacoli e costi eccessivi per i reclami.

Quando riuscite a capire come vi stanno fregando, scoprite che reclamare è complicato e costa soldi.

La quarta: puntando sulla paura di molti viaggiatori, le agenzie online si trasformano in veri e propri assicuratori.

Vi trovate caricato sul prezzo finale anche un pacchetto «all inclusive» che copre annullamenti, bagagli e spese mediche.

Solo che non l’avete approvato, ma è stato usato un sistema di «silenzio-assenso».

Soluzioni? Memorizzate questi trabocchetti e ricordate che spesso non li usano solo le agenzie di viaggio online. Il sistema migliore per garantirsi dalle pratiche scorrette, online e sulla terraferma, è la vostra attenzione. I consumatori sono tutelati da tutta una serie di garanzie post-vendita.

Ma il marketing delle aziende è continuamente al lavoro per inventare nuovi modi per catturare i consumatori e trattenerli.

In più lo stato della giustizia civile in Italia non offre troppe speranze a chi voglia ottenere quello che gli spetta in tempi rapidi.

Le multe dell’Antitrust non sempre scoraggiano a dovere i comportamenti peggiori di alcune compagnie. Prevenire è molto meglio che reclamare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.