Home / Offerte telefonia Mobile / Smartphone HTC: Touch HD

Smartphone HTC: Touch HD

Il nostro Voto
Vota articolo
[Media: 0]

Smartphone HTC: Touch HD

C’è poco da fare, l’arrivo di Apple nel tranquillo mare della telefonia cellulare ha trasformato la bonaccia in tempesta: tutti i grandi produttori hanno dovuto dare la sveglia ai loro progettisti perché creassero un telefono come l’iPhone.

E possibilmente migliore. Fra i vari candidati al ruolo di “iPhone-killer”, forse quello che ha maggiori chance è proprio questo recente prodotto di HTC, il modello Touch HD.

Dell’iPhone ha le dimensioni (sono pressoché sovrapponibili, con un errore di qualche decimo di millimetro) e l’impostazione “full touch”. Le somiglianze, però, si fermano lì.

HTC ha deciso di superare Apple soprattutto sul lato delle specifiche hardware: dopo tutto, i numeri non si discutono.

E quindi il produttore ha inserito in questo telefono quadri banda con connettività HSDPA a 7,2 Mbps tutto quello che un utente, professionale o “amatore” che sia, potrebbe desiderare… tastiera a parte, s’intende.

Si parte da un display ad altissima risoluzione (800×480) e dall’ottima resa del colore, per proseguire con una fotocamera autofocus dotata di sensore da ben 5 Mpixel (più una videocamera VGA sul frontale per le videochiamate), purtroppo sprovvista di flash e di chiusura di protezione: fortunatamente, l’obiettivo è leggermente incassato, e viene tenuto al riparo da urti diretti grazie a una placca metallica in rilievo.

La connettività è assicurata, oltre che dalla sezione cellulare, dall’interfaccia Wi-Fi di tipo b/g e da quella Bluetooth, versione 2.0 con EDR. Gli utenti italiani (notoriamente restii a chiedere indicazioni) apprezzeranno molto il GPS integrato, mentre i fan dei video e di YouTube sfrutteranno pesantemente l’accelerometro integrato, che provvede a ruotare lo schermo secondo la posizione del telefono.

Dal punto di vista estetico, il Touch HD adotta un look “all black” molto professionale, ma la veste minimalista lo rende molto attraente anche per l’utilizzatore specificamente interessato al “look” e allo stile. Alla base dello schermo sono posizionati quattro pulsanti a sfioramento per iniziare e terminare la chiamata, andare alla “home” e tornare indietro nel menu.

Lungo i fianchi sono dissimulati i tasti per il volume e lo stand-by, mentre le uniche connessioni visibili sono una presa USB 2.0 proprietaria per il collegamento al computer o all’alimentatore (il cavo è lo stesso) e una presa jack da 3,5 per le cuffie e il microfono. Aprendo il retro, si accede a una capace batteria da 1.350 mAh, che assicura un’autonomia di circa 6 ore di conversazione.

Rimuovendola, si ha accesso allo slot per la SIM. Nello stesso vano si trova lo slot per una scheda di memoria di tipo micro SD, che si può sostituire senza essere costretti a togliere prima la batteria.

Nella confezione viene fornita una scheda da 8 Gb, e il telefono dispone anche di una sua memoria flash interna di 512 Mb, oltre a 288 Mb di RAM necessari al funzionamento del processore Qualcomm a 528 MHz. Dal punto di vista software, il Touch HD è basato su sistema operativo Windows Mobile 6.1, e questo è, probabilmente, il suo maggior difetto.

Il sistema di Microsoft, pur mettendo a disposizione dell’apparecchio su cui gira ogni funzionalità desiderabile, semplicemente non è ancora arrivato ad avere un grado di “usabilità” pari, o almeno simile, a quello dei concorrenti, siano essi l’OS X di iPhone, il Symbian di Nokia, o anche il decrepito Palm OS. Il problema maggiore, come al solito, è l’interfaccia utente, totalmente inadatta all’uso su dispositivi con schermi piccoli e da usare con le dita.

Tutti i produttori ormai cercano di risolvere il problema aggiungendo strati di interfaccia supplementari che “schermino” Windows Mobile dall’utente, e anche HTC non fa eccezione.

Lo “strato” usato in questo caso si chiama TouchFLO 3D e permette di usare il telefonino direttamente con le dita per la maggior parte delle operazioni di routine.

Inoltre, i menu di Windows sono stati opportunamente ingranditi per renderli leggibili e, con un po’ di pratica, è spesso possibile utilizzarli senza stilo.

Al momento, TouchFLO 3D rappresenta il tentativo meglio riuscito di dare un’interfaccia accettabile a Windows: tuttavia non è perfetto, e spesso ci si ritrova a tu per tu con il legnoso sistema operativo, o a dover addirittura sfoderare lo stilo (alloggiato nel classico incavo dello chassis) per poter ottenere dal telefono ciò che si vuole.

Il Touch HD, insomma, è un ottimo hardware penalizzato da un sistema operativo inadeguato. Di sicuro è il miglior smartphone equipaggiato con Windows Mobile 6.1 oggi sul mercato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.