Home / Offerte telefonia Mobile / Root smartphone android: privilegi amministratore o Super User

Root smartphone android: privilegi amministratore o Super User

Il nostro Voto
Vota articolo
[Media: 0]

Root smartphone android: privilegi amministratore o Super User

Ecco la procedura seguita dai pirati per effettuare il root per ottenere i privilegi di amministratore, o di Super User che dir si voglia, sul proprio telefonino smartphone e installare ogni tipo di applicazione, anche quelle bloccate per motivi di sicurezza.

II kit del perfetto pirata

Per eseguire il root, l’hacker si procura uno smartphone (tra i piu avvezzi al rooting c’e lo smartphone HTC Desire) e il kit UnrEVOked-RootPack.

Questo file risiede su un particolare sito di file hosting dove i pirati sono soliti condividere materiale illegale per non ricorrere ai canali Peer to Peer più esposti.

I driver sono importanti

A questo punto il pirata estrae il contenuto dell’archivio compresso in una cartella che chiama Pacchetto Root.

Torna quindi sullo smartphone e disinstalla HTC Sync (il software utilizzato da HTC per collegare il telefonino al PC).

Fatto questo, si procura i driver HBOOT dall’indirizzo http://www.winmagazine.it/link/979.

L’avvio adesso a selettivo

II pirata riavvia il device nel menu HBOOT con i tasti Power e Volume giù.

Lo collega al PC via USB e attende che sul display appaia la voce FASTBOOT USB.

Dal PC accede al Pannello di controllo/Hardware e suoni/Gestione dispositivi.

Clicca col tasto destro su Android 1.0 e seleziona Aggiornamento software driver.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.