Home / Offerte telefonia fissa ed ADSL / Fusione al 50% tra Wind e 3 Italia, diventano un unico operatore

Fusione al 50% tra Wind e 3 Italia, diventano un unico operatore

Il nostro Voto
Vota articolo
[Media: 0]

Fusione al 50% tra Wind e 3 Italia, diventano un unico operatoreFusione al 50% tra Wind e 3 Italia, diventano un unico operatore

Matrimonio fra Wind e 3 Italia

La dote a un terzo del mercato o un terzo (33,5%) del mercato italiano di telefonia mobile italiano passa sotto un unico operatore.

E il frutto della fusione al 50% tra Wind e 3 Italia, operazione (di cui si parlava da tempo) da 6,4 miliari di euro: cifra che si ottiene sommando i ricavi delle società nel 2014.

L’annuncio è arrivato ieri da Jean-Yves Charlier, ad di Vimpelcom, che controlla Wind: l’accordo a stato firmato con Hutchison, cui fa capo 3 Italia.

Con oltre 31 milioni di clienti nella telefonia mobile e 2,8 milioni di clienti nella rete fissa (di cui 2.2 milioni clienti banda larga), Vimpelcom e Hutchison calcolano di ricavare dalla fusione sinergie per oltre 5 miliardi di euro.

La nuova società sarà guidata da Maximo Ibarra, attuale ad di Wind: il presidente del consiglio di amministrazione ruoterà però tra le due controllanti ogni 18 mesi.

Bisogna tuttavia attendere le approvazioni normative tra cui quella dell’Antitrust Ue.

L’Unione nazionale dei consumatori ha già chiesto che si verifichi l’eventuale costituzione di una posizione dominante, restrittiva del mercato, leri intanto il governo ha annunciato un piano da 12 miliardi per la banda ultralarga, 5 privati e 7 pubblici.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.