Home / Offerte Sky / Vinyl: musica sesso e droga su Sky Atlantic

Vinyl: musica sesso e droga su Sky Atlantic

Il nostro Voto
Vota articolo
[Media: 0]

Vinyl: musica sesso e droga su Sky Atlantic

Da lunedì su Sky la serie-evento Vinyl prodotta da Scorsese e Jagger, tra sesso e droga, un viaggio nell’industria musicale degli Anni 70

Quella faccia di bronzo di Richie Finestra ha prosciugato tutto, il portafoglio e la vita stessa, eppure stavolta sembra sincero.
Anzi, lo ammette subito: «Uno dei miei problemi è il mio naso ».
Chissà come mai, c’è sempre una striscia di coca a dilatare occhi e narici di questo produttore mezzo fallito: se la spassa nei favolosi e terribili anni Settanta lì a New York, un posto in cui la sera non si beve camomilla e non si gioca a burraco.
E tutto attorno a lui esplode, infuria, giganteggia la musica: un distillato di rock puro, il vero protagonista di questa serie chiamata Vinyl, “vinile”, come i 45 giri che facevano sognare.

I fanatici del genere la aspettano come a Napoli la sfida scudetto e da lunedì notte Sky Atlantic la porta qui in contemporanea con gli Usa.
Basterebbe qualche nome tra i “credits” a garantire sul risultato: produttori Martin Scorsese, che ha anche diretto un pilot di due ore epico quanto un suo film, e Mick Jagger, uno che conosce vagamente la materia e che ha influenzato la magnifica colonna sonora. I dieci episodi per Hbo li ha scritti il genio di Terence Winter, quello dei Soprano: anche qui ha piazzato qualche mafioso e tanti quattrini. In fondo, la serie è proprio un viaggio tempestoso nel denaro, nella musica diventata business.
«Solo questo, nient’altro», ribadisce Finestra, il personaggio principale che ha la mimica plastica di Bobby Cannavale.
Certo, il resto – una montagna di sesso e tappeti di siringhe – aiuta ad appassionarsi a questa vicenda di umano riscatto.

Spremuta ogni goccia degli anni Sessanta, a un passo dallo svendere ciò che resta della sua etichetta, in crisi nera con la moglie (Olivia Wilde), un’ex modella della factory di Andy Warhol, ecco la scintilla: Finestra prova il rilancio con una band punk.
La storia soddisferà gli appetiti musicali anche perché ricostruisce senza sconti il dietro le quinte, i vizi, le ossessioni dell’industria discografica del tempo.
Mentre chi fa la fila nei mercatini vintage, avrà un sussulto: per vestiti e occhiali di scena pagherebbe una fortuna.
Li indossa pure James Jagger, il figlio di Mick, che in Vinyl fa la parte di un giovane rocker e impressiona per la somiglianza col babbo.
Nella sesta puntata, invece, meglio tenere con sé qualche fazzoletto: comparirà David Bowie, a cui il duo Jagger- Scorsese ha dedicato tutta la serie.
Per apprezzarla, però, basta fidarsi di Richie, sincero anche quando ci chiede: «E se chiudessi la bocca, mettessi su un disco, abbassassi la puntina e alzassi il volume?».

Vinyl, la serie tv in onda da lunedì su Sky Atlantic

 

Offerte Sky

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.