Home / Offerte salute e bellezza / Punture di insetto: le creme alleviano il prurito

Punture di insetto: le creme alleviano il prurito

Il nostro Voto
Vota articolo
[Media: 0]

Punture di insetto: le creme alleviano il prurito

L’indicazione del ministero della Salute è chiara: le creme da applicare sulle punture di insetto (o “afterbite”) sono cosmetici, e come tali non devono promettere né di alleviare il dolore, né di avere un effetto protettivo contro i morsi.

Possono solo promettere un’azione lenitiva sul prurito. Inoltre, come tutti i cosmetici, devono riportare l’elenco degli ingredienti sulla confezione.

Si tratta di prodotti generalmente a base di ammoniaca o alcol, sostanze relativamente aggressive, che possono provocare reazioni indesiderate (soprattutto sulla pelle già irritata).

Contengono spesso allergeni, come oli essenziali o profumazioni, e conservanti, anch’essi causa tra le più frequenti di reazioni allergiche e sensibilizzazioni.

Ne abbiamo denunciato due al Ministero: Zcare afterbite gentle suggerisce “un’azione protettiva”, mentre Vape Derm Herbal Gel dopopuntura non solo promette di alleviare il dolore, ma sulla confezione cita la “citronella”, una pianta che non appare nell’elenco degli ingredienti (dove comparirebbe come Cymbopogon Nardus Oil).

Alcuni dopopuntura si presentano come “adatti ai bambini piccoli” e alle persone con pelle sensibile.

Ne abbiamo controllato un paio.

Chicco Zzzzz No Penna Sollievo lenitivo 0+ (cioè dai primi mesi di vita) contiene alcol , quattro conservanti (tra cui un liberatore di formaldeide) e ben otto composti segnalati come frequenti allergeni.

Orphea dopopuntura lozione “pelli sensibili” contiene alcol (che è il primo ingrediente), cinque conservanti e cinque allergeni. Niente ammoniaca, però: che sensibilità!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.