Home / Offerte salute e bellezza / Piastre per capelli: attenzione alla salute della chioma: salute e bellezza

Piastre per capelli: attenzione alla salute della chioma: salute e bellezza

Il nostro Voto
Vota articolo
[Media: 0]

Piastre per capelli: attenzione alla salute della chioma: salute e bellezza

Le piastre per capelli sono maneggevoli e consumano poca energia. 
Le piastre funzionano, ma attenzione alla salute della chioma.

Le piastre per capelli hanno rivoluzionato la gestione delle chiome più irrequiete.

Il liscio impeccabile non è più un miraggio.

Anche chi ha capelli crespi e ondulati, che diventano ingestibili con l’umidità invernale, può realizzare da sé pettinature lisce e ordinate, senza bisogno ogni volta di ricorrere al parrucchiere. Basta un po’ di manualità ed esperienza nell’utilizzo di questi apparecchi.

Abbiamo messo alla prova 9 modelli e i risultati su un gruppo di utilizzatrici abituali sono stati complessivamente positivi: le piastre sono maneggevoli e garantiscono una buona lisciatura, consumando poca energia.

Sono però necessarie alcune accortezze per essere soddisfatte senza rischiare di danneggiare i capelli.

Tutte le piastre, fatta eccezione per il modello a marchio Gama, permettono di impostare la temperatura desiderata e si riscaldano velocemente, requisito fondamentale per apparecchi pensati soprattutto per chi ha bisogno di sistemare i capelli in fretta.

Dopo l’operazione di lisciatura, alle volontarie selezionate per il test sono state richieste le impressioni sui risultati, mentre gli esperti hanno valutato alcune caratteristiche del capello come morbidezza, effetto crespo e carica elettrostatica prima e dopo il passaggio delle piastre.

I pareri sono stati in generale positivi, ma va detto che sul buon esito dei risultati hanno influito sia le tipologie di capelli delle signore del test, lisci o solo ondulati, quindi più facili da fissare, sia la loro esperienza nell’utilizzo delle piastre: finché si è alle prime armi con questi apparecchi non ci si deve aspettare risultati perfetti.

Attenzione ai prezzi, non sempre c’è corrispondenza fra qualità e costo. I due modelli peggiori del test sono anche fra i più costosi, mentre le nostre Scelte convenienti, Remington e Babyliss, costano molto meno e offrono una qualità migliore.

Uno dei fattori più importanti è la regolazione della temperatura in base alle caratteristiche dei capelli.

Come indicano i manuali d’uso dei prodotti testati, le piastre vanno sempre usate sui capelli asciutti, altrimenti si rischia di danneggiarne la struttura.

La temperatura minima per ottenere un buon effetto liscio è di 120°C; se si hanno capelli sottili è consigliabile non andare mai oltre i 160°C, mentre temperature più alte, fino ai 200°C, sono invece indicate per capelli più robusti, con ricci definiti. È bene dividere i capelli in piccole ciocche, non più spesse di 3-4 cm e muovere la piastra dalla radice alla punta, senza lasciarla ferma sul capello più di 2 secondi.

Se si è alle prime armi, è opportuno iniziare con la temperatura minima e aumentare il calore pian piano, quando si acquista manualità. Anche se si impiegherà più tempo durante le prime operazione di lisciatura, è bene non rischiare: questi apparecchi possono raggiungere fino a 240°C e diventare pericolosi se non si sta particolarmente attenti durante l’utilizzo.

Buone notizie infine sul fronte dei consumi: il test ha indagato anche il consumo energetico che questi piccoli elettrodomestici comportano con un utilizzo di 10 minuti, tre volte a settimana, per un anno: il consumo di elettricità è davvero basso, compreso fra 650 a 1350 watt all’anno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.