Home / Offerte Mediaset Premium / Mediaset Premium o Sky: salvare il calcio tv di Dahlia

Mediaset Premium o Sky: salvare il calcio tv di Dahlia

Mediaset Premium o Sky: salvare il calcio tv di Dahlia
Il nostro Voto
Vota articolo
[Media: 0]

Mediaset Premium o Sky: salvare il calcio tv di Dahlia

Difficile dire se avrà successo, ma è scattata subito l’operazione per salvare Dahlia tv o almeno per salvare la trasmissione degli eventi sportivi, sopratutto il calcio,  che l’emittente pay del digitale terrestre messa in liquidazione lunedì sera garantiva avendo acquistato i diritti.

Il piano prevede un rilancio di Telecom Italia Media oppure la rivendita dei diritti dalla Lega: Mediaset sarebbe disponibile.

Ci sono per quest’anno e il prossimo le gare di A di Cagliari, Cesena, Catania, Chievo, Lecce, Parma, Udinese, Sampdoria e soprattutto i 56 scontri diretti (28 ora che siamo al girone di ritorno) tra queste squadre che Dahlia trasmette in diretta in esclusiva sul Dt.

Gli incontri delle 8 con le altre possono vedersi sul digitale terrestre anche su Mediaset Premium che ha l’esclusiva per 12.

C’è il canale tematico del Palermo.

Ci sono le principali partite di B del sabato e gli anticipi e posticipi di venerdì e lunedì. Ci sono altre manifestazioni sportive che riassumiamo a parte.

Il presidente della Lega A Maurizio Beretta ieri si è riunito con il presidente di Infront Bogarelli e i legali: «Di certo stiamo facendo di tutto per salvaguardare i nostri crediti, ma anche per tutelare i diritti dei club e degli sportivi che hanno acquistato impianto e tessera garantendo la continuità della trasmissione delle partite.

Dahlia assicura la messa in onda a tutto gennaio. I tempi sono stretti, ma qualche via percorribile c’è».

Andrea Abodi, presidente della Lega B: «I nostri sforzi sono indirizzati a garantire ai 300 mila abbonati la regolare trasmissione delle partite: spegnere determinerebbe danni enormi».

Confalonieri e Sky

Se il salvataggio non riuscisse, la Lega rimetterebbe in vendita i diritti:

Il presidente di Mediaset Fedele Confalonieri: «Ci penseremo».

Ma la via è impervia per i tempi, implicazioni politiche e concorrenza.

A Sky sono irritati, fanno presente che la tv satellitare ha pagato 570 milioni i diritti per l’esclusiva di tutta la A, Mediaset 210 e ora con un’altra ventina avrebbe lo stesso prodotto sul Dt.

Il ministro delle Attività produttive Paolo Romani: «Bisogna salvare Dahlia per garantire la pluralità sul digitale terrestre».

Palla all’opposizione: per Vincenzo Vita del Pd «Inquieta tanto il rischio per il pluralismo».

Telecom

Tutte le energie sono dirette a convincere Telecom Italia Media, che detiene il 10% di Dahlia, a investire perché crei una nuova società che ne rilevi la parte sana, destinando a una bad company quella crisi.

Anche perché TI Media ha puntato su Dahlia lanciando il business di operatore di network tecnologico, ricevendo 24 milioni l’anno per lamessa in onda dei contenuti.

Telecom ha perso il rinnovo per Sportitalia che versava 8 milioni: ora li darà a Tivuitalia Screen- Service.

Non a caso TI lunedì ha votato per l’aumento di capitale: il colosso svedese Air Plus television del magnate Wallenberg (78,2 per cento) ha preferito chiudere l’esperienza italiana e nominare un liquidatore,Mauro Paoloni. Ieri in Borsa TI Media ha perso l’11,83% chiudendo a 0,19 euro.

L’a.d. Giovanni Stella: «Il mercato ha reagito fuori dalle righe ipotizzando che quella banda non sia più ricollocabile,ma rimpiazzeremo presto i clienti».

Il calcio potrebbe perdere 60 milioni. La Lega A ha incassato 8,5 milioni, ma dovrebbe incamerarne altri 21,5 quest’anno e 30,5 quello venturo.

La B quest’anno 4 (preso 1,5) e il prossimo 5. Quasi 200 dipendenti Dahlia senza posto. E 300 mila abbonati gabbati: causa collettiva (class action)? Si giochi a tutto campo per evitare autogol anche più devastanti di questi grossi numeri.

Offerta Sky

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.