Home / Offerte banche e investimenti / Postepay: smarrimento o sottrazione della carta

Postepay: smarrimento o sottrazione della carta

Il nostro Voto
Vota articolo
[Media: 0]

Postepay: smarrimento o sottrazione della carta

Nei casi di smarrimento o sottrazione della carta, Poste Italiane garantisce al titolare il rimborso del credito residuo a condizione che il titolare esegua una determinata procedura.

Questa prevede la richiesta di blocco della carta medesima da effettuare telefonando ai numeri dedicati di Poste Italiane, ma anche la conferma dell’avvenuta richiesta che può essere presentata personalmente recandosi in un ufficio postale o effettuata tramite la spedizione di una raccomandata o di un fax da inviare entro 2 giorni lavorativi da quello in cui è stata effettuata la richiesta del blocco.

Il titolare deve inoltre spedire alle Poste una copia della denuncia di smarrimento e di furto presentata all’autorità.

Ricordate che finché la carta non viene bloccata, il rischio dell’uso illecito della stessa ricade interamente sull’intestatario e che, quindi, le eventuali transazioni non autorizzate effettuate con Postepay verranno scalate dal credito disponibile e non saranno rimborsabili.

La restituzione dell’eventuale saldo residuo e la consegna della nuova carta (se ne è stata fatta richiesta) saranno effettuate dalle Poste a condizione che l’operatore abbia ricevuto la denuncia presentata alla Polizia o ai Carabinieri.

Per bloccare la carta, chiederne la sostituzione o effettuare la richiesta di rimborso occorre chiamare dall’Italia il numero 800/902122 e dall’estero il +3902/34980131. Occorre inoltre ricordare che il credito presente sulla carta può essere rimborsato dopo la scadenza della Postepay pagando una commissione di 2 euro.

Postepay: carta di credito prepagata di poste italiane

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.