Home / Offerte banche e investimenti / Il risparmio su internet: assicurazione Rc auto

Il risparmio su internet: assicurazione Rc auto

Il nostro Voto
Vota articolo
[Media: 0]

Il risparmio su internet: assicurazione Rc auto

Il caro Rc auto continua e lo riconferma anche l’analisi Aiba-Iama che ha registrato un aumento medio nel 2010 del 18%, ma in alcune zone d’Italia si arriva al 31%.

Anche per sfuggire ai rincari cresce il numero di chi cerca sconti su internet.

E proprio sul web si stanno sviluppando numerosi comparatori attraverso i quali si possono fare confronti diretti con piu compagnie con risparmi medi nell’ordine del 30%.

La prima raccomandazione, visto che le truffe non mancano nel settore assicurativo, e quella di afidarsi al siti piu seri presenti sul mercato, stando attenti alle imitazioni.

Senza dimenticare che nel fare i confronti bisogna tenere conto anche delle clausole di rivalsa a delle eventuali franchigie previste dai diversi contratti.

Nato nel mercato anglosassone, dove le compagnie dirette rappresentano il 74% dei volumi assicurativi (dei quail il 70% a veicolato tramite comparatori online), il fenomeno dei siti di confronto a approdato in Italia sul finire degli anni 2000, con il broker www.6sicuro. it.

A marzo 2009 hanno debuttato Assicurazioni.it e cercassicurazioni.it e alcuni mesi più tardi l’Isvap, authorità di settore, si è affacciata sul mercato con un suo preventivatore.

Allora il mercato delle compagnie dirette (considerabili come le apripista della familiarizzazione fra gli italiani e il web in materia di assicurazione auto) rappresentava circa il 5%.

Oggi si parla, a seconda delle fonti, di percentuali comprese fra il 7% e il 10%.

Il leader di mercato tra i comparatori italiani è Assicurazione.it, che afferma di avere una market share del 90%.

Attirati dai potenziali sviluppi del settore sono entrati recentemente nell’azionariato del gruppo Barbara, Eleonora a Luigi Berlusconi, tramite la Holding Italiana Quattrodicesima.

II comparatore guidato da Alberto Genovese realizza oltre 300 mila preventivi ogni mese, con 15mila contratti stipulati su base mensile.

Cercassicurazioni.it, che fa capo al medesimo gruppo di mutuionline.it, stima una quota di mercato sui comparatori del 30-35%. In gennaio ha realizzato 200mila preventivi e si caratterizza per fomire un numero verde accessibile gratuitamente da tutti i telefoni.

Chiarezza.it è arrivato sul mercato italiano nel 2010 e nasce dall’esperienza del colosso Confused.com, primo sito del genere nel Regno Unito, che conta oltre 10 milioni di utenti all’anno in tutta Europa.

Dispone di una sezione dedicata ai confronti tra le polizze anche il sito Supermoney.eu, che permette di confrontare condizioni e prezzi di un’ampia gamma di beni a servizi (telefonia, internet, acqua, luce, gas, auto e moto, prodotti di finanza personale). Come si puo vedere i siti non mancano. II futuro ci dirà se arrive rannoanche i clienti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.