Home / Offerte banche e investimenti / Conto base: conto corrente senza imposta di bollo né canone annuo

Conto base: conto corrente senza imposta di bollo né canone annuo

Il nostro Voto
Vota articolo
[Media: 0]

Conto base: conto corrente senza imposta di bollo né canone annuo

Un conto corrente senza imposta di bollo né canone annuo: è il conto base. Da giugno potranno aprirlo presso qualsiasi banca coloro che hanno un reddito Isee fino a 7.500 euro l’anno e i pensionati che percepiscono fino a 1.500 euro mensili.

Per i primi il conto base darà la possibilità di eseguire un numero illimitato di operazioni di addebito diretto nazionale, di prelievi tramite Atm del proprio gruppo bancario e di operazioni di pagamento attraverso la carta di debito. Inoltre potranno prelevare contante allo sportello 6 volte in un anno senza pagare nulla e 12 volte presso bancomat di altri istituti, sul territorio nazionale. Infine avranno diritto a 36 pagamenti tramite bonifici nazionali, incluso l’accredito di stipendio o pensione. Per i pensionati alcune operazioni saranno gratuite e altre a pagamento.

Obiettivo di questo nuovo strumento è l’inclusione finanziaria di tutta la fascia di popolazione attualmente esclusa dal mondo dei pagamenti elettronici. Si stima che i pensionati privi di conto corrente bancario o postale siano circa 850mila. “Nel decreto Salva Italia sono state introdotte norme che limitano l’u so del contante, che è anche un mezzo per operazioni illecite”, ha detto Vittorio Grilli, viceministro dell’Economia. “Uno strumento del genere aumenta la trasparenza dei pagamenti, senza rendere il mezzo oneroso almeno per i cittadini che sono in difficoltà”.

Così Fabio Picciolini, segretario nazionale di Adiconsum: “Crediamo che questo debba essere un punto di base: c’è qualcosa che ancora manca, proprio per le categorie più deboli. Chiediamo di fare al più presto una prima verifica della convenzione per ampliare alcuni passaggi del numero delle operazioni possibili con il conto di base.

Ad esempio, manca la domiciliazione delle utenze per i pensionati fino a 1.500 euro che è un fattore di risparmio perché vuol dire non dover andare alla posta e pagare il costo del bollettino”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.