Home / Offerte banche e investimenti / Case e mutui: calo e crisi

Case e mutui: calo e crisi

Il nostro Voto
Vota articolo
[Media: 0]

Case e mutui: calo e crisi

Vendute il 3,4% in meno di abitazioni.
La crisi si fa sentire soprattutto al Sud.Doccia fredda sul mercato immobiliare italiano, anche se i numeri vanno analizzati con attenzione.

Nel terzo trimestre del 2010, secondo l’Istat, sono stati comprati e venduti in totale 168.933 immobili, il 3,4% in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Si tratta di valori molto lontani dai livelli del picco registrato nel 2006.

Quella che avevo chiamato la «bolla mattonata».

A braccetto frenano anche i mutui: nel terzo trimestre del 2010, segnano una diminuzione dell’1,9%.

In particolare, segnala sempre l’Istat, i mutui con costituzione di ipoteca immobiliare calano dell’1,7%, quelli non garantiti da ipoteca immobiliare del 2,2%.

Ma ecco il dato più interessante.

Nel terzo trimestre 2010, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, le compravendite di unità immobiliari diminuiscono in maggior misura al Sud (-11,7%) e nelle Isole (-16,1%), mentre sono in aumento nel Nord-Ovest (+0,7%) e nel Nord-Est (+1,1%) e sostanzialmente stabili al Centro (-0,4%).

È piuttosto evidente che c’è un’Italia a due (o tre) velocità anche nel settore immobiliare e nei mutui.

Il Centro è stabile, il Nord si riprende, mentre il Sud con le Isole perde quota vistosamente. Questo per due ragioni, secondo me.

La prima: il boom del Settentrione era cominciato prima ed è anche finito prima. È normale che il mercato si riprenda più in fretta.

La seconda: il Meridione ha tassi di disoccupazione molto più alti del Nord e la stretta degli istituti di credito sui requisiti per i mutui penalizza certamente il meridione.

Come leggere questi dati se dovete comprare una casa? È abbastanza semplice: probabilmente se vivete al Nord è quasi arrivata l’ora di prendere la decisione, ma non c’è ancora troppa fretta. Se invece la casa dei vostri sogni si trova nel meridione oppure nelle Isole, siete nella condizione di trattare sul prezzo con il venditore.

Ultima cosa: l’inflazione che si vede all’orizzonte potrebbe facilitare un ritorno d’interesse per i mattoni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.