Home / Offerte banche e investimenti / Carta di credito Prepagata o contanti?

Carta di credito Prepagata o contanti?

Il nostro Voto
Vota articolo
[Media: 0]

Carta di credito Prepagata o contanti?

Da una parte la carte ricaricabili sono facili da ottenere e semplici da utilizzare, ma dall’altra prevedono dei costi elevati di gestione e sembrano non assicurare al consumatore le stesse tutele offerte dalle carte di credito convenzionali.

Il rapporto tra gli utenti italiani e le carte di credito è piuttosto insolito.

Secondo la ricerca effettuata nel 2008 su un campione di 1.800 utenti dall’associazione dei consumatori Cittadinanzattiva in collaborazione con Unicredit, il 78% dei cittadini del nostro Paese ha ormai un bancomat, il 52% ha una carta di credito e il 19% una carta prepagata.

Inoltre l’80% degli esercizi commerciali dispone di un POS e il numero di questi ultimi ha raggiunto il milione di unità, una cifra in linea rispetto a quella riscontrata negli altri paesi dell’area UE.

Ciononostante, dallo studio di Cittadinanzattiva risulta che i pagamenti delle famiglie sono effettuati in contanti nel 90% dei casi, che le carte di credito sono adoperate per transazioni di importo medio-basso (circa 80 euro) e che il 45% dei titolari di ricaricabili utilizza la prepagata da una a quattro volte l’anno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.